[email protected]

Scrivici per informazioni

+39 099 9452550

Chiamaci per richiedere una consulenza

Condividi su facebook
Condividi su linkedin

INDUSTRIA 4.0 2022: ECCO TUTTE LE NOVITA’

Il credito d’imposta Industria 4.0 avrà percentuali importanti ancora per il 2022, ma già dal 2023 l’intensità d’aiuto subirà una forte contrazione e rimarrà in vigore fino al 2025.

Industria 4.0: cosa significa?

Grazie alle nuove tecnologie basate sulla digitalizzazione, si possono ottenere facilmente e velocemente conoscenza ed informazioni. La digitalizzazione consente una elevata capacità di prelevamento, elaborazione, archiviazione e scambio di dati.

E’ un fenomeno rapido, che non ha precedenti. Queste nuove tecnologie rappresentano gli investimenti “Industria 4.0”, i quali, realizzando la transizione digitale in una impresa,  ne incrementano la produttività, migliorano la qualità delle produzioni, agevolano le condizioni di lavoro, spingendo ad una maggiore competitività.

Oggi, questi investimenti sono sostenuti da un’agevolazione fiscale definita “credito d’imposta”; si tratta di un credito verso l’erario, che può essere utilizzato in compensazione con altri tributi.

Quali sono i beni strumentali agevolati?

Sono definiti Beni materiali 4.0 quelli elencati nell’Allegato A 2017 legge 232/2016.

Sono definiti Beni immateriali 4.0 quelli elencati nell’Allegato B 2017 legge 232/2016.

Quali sono i requisiti per accedere alle agevolazioni Industria 4.0?

Requisito fondamentale per poter fruire dell’agevolazione, è l’interconnessione, (deve essere verificato e attestato attraverso una perizia tecnica asseverata nel caso in cui il valore del bene sia superiore a 300.000 euro), che viene soddisfatto nel momento in cui, il bene oggetto di investimento:

  • Scambi informazioni con sistemi interni e/o esterni per mezzo di un collegamento basato su specifiche documentate, disponibili pubblicamente e internazionalmente riconosciute (i.e. HTTP, MQTT, etc.);

  • Focalizzando l’attenzione sui beni materiali in chiave Industria 4.0 e seguendo la classificazione contenuta nell’Allegato A alla legge n. 232/2016, essi possono essere suddivisi in tre macrocategorie:

1) I beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti;

2) I sistemi per l’assicurazione della qualità;

3) I dispositivi per l’iterazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0.

Percentuale Credito D’imposta

Per gli investimenti effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022, o al 30 giugno 2023 con ordine e acconto pagato (almeno pari al 20% entro il 2022), sono previste le seguenti agevolazioni:

  • Per i beni materiali 4.0 quelli elencati nell’Allegato A 2017 legge 232/2016, il credito d’imposta è pari al 40%, per investimenti fino ad € 2,5 milioni.
  • Mentre per investimenti tra i € 2,5 milioni e € 10 milioni è pari al 30%;
  • Per investimenti tra € 10 milioni e € 20 milioni è pari al 10% (fruibile in 3 quote annuali).

  • Per i beni immateriali 4.0 quelli elencati nell’Allegato B 2017 legge 232/2016, il credito d’imposta è pari al 20% per investimento fino ad € 1 milione (fruibile in 3 quote annuali).

Come richiedere il Credito d’imposta

 Il Team di Cardone & Associati, composto da professionisti specializzati in accesso al credito, finanza agevolata ed agevolazioni fiscali è a disposizione nella valutazione dei requisiti obbligatori previsti dalla normativa e nella predisposizione della documentazione tecnica obbligatoria

Condividi l'articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altri articoli

Informazioni ligali

I testi, le informazioni e gli altri dati pubblicati in questo sito nonchè i link ad altri siti presenti sul web hanno esclusivamente scopo informativo e non assumono alcun carattere di ufficialità. Non assume alcuna responsabilità per eventuali errori od omissioni di qualsiasi tipo e per qualunque tipo di danno diretto, indiretto o accidentale derivante dalla lettura o dall’impiego delle informazioni pubblicate, o di qualsiasi forma di contenuto presente nel sito o per l’accesso o l’uso del materiale contenuto in altri siti.

STUDIO VITTORIA CARDONE & ASSOCIATI

P.I. 03146840735

Richiesta cancellazione dati

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti.
Può conoscere i dettagli e scoprire come negare totalmente o parzialmente i suoi consensi all’uso dei cookie consultando la nostra privacy policy qui.
Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.

×